Sito ufficiale dell’Architetto Michele Piccolo.
Per info e contatti:

Telefono 081 893 1900

Via Bosco, 4 – Somma Vesuviana (NA)

Lun - Sab 8 AM - 8 PM

Top
Image Alt

Vivone

  |    |  Vivone

Progettazione di un tempio del gusto ad Eboli (SA). Lo spirito del progetto vuole proporre un ritorno al contatto umano in cui non si perde di vista la tradizione, ma con uno sguardo critico rivolto al futuro.
In questo progetto, ho conosciuto quello che mi sentirei di definire “Il cliente ideale” il quale, non è colui che ti “lascia fare” e si affida completamente, piuttosto è quello che ti sceglie ed entra in simbiosi con te riuscendo a trasmetterti le sue esigenze che saranno trasformate in SOGNO. Il committente si è rivelato “visionario” nel senso che non si è lasciato intimorire, non ha avuto paura della trasformazione e dello stravolgimento del proprio spazio.
In questo caso, le esigenze del committente erano specifiche e mirate: ricucire e conservare quello che era iniziato negli anni ’60, in un’ottica moderna ed attuale, per questo motivo il confronto è stato continuo e costante caratterizzato da una perfetta sintonia tra e la committenza.
L’ambiente è stato completamente stravolto dal punto di vista del layout, posizionando il banco vendita come un’isola centrale in cui si posiziona l’operatore per assistere i clienti che si muovono in un unico flusso continuo ammirando l’esposizione posta sulla parte perimetrale.
I colori ed i materiali utilizzati sono decisi ma non invadono mai l’ambiente, che è “colorato” dalla quantità e dalla varietà dei prodotti alimentari esposti. L’idea è quella di creare non una semplice gastronomia ma una boutique del cibo e del vino. Ogni espositore è stato progettato su misura e pensato in relazione al prodotto che deve accogliere e posto all’altezza di visione.
I materiali che sono stati utilizzati esprimono a pieno la filosofia dei proprietari: materiali semplici, come il legno, la pietra, il metallo e il vetro, utilizzati in una nuova veste.
Grande importanza è data all’illuminazione puntuale e direzionabile che crea versatilità e fluidità degli spazi, ma soprattutto scenari tipici di una bottega
La facciata concepita come una seconda pelle che cambia a seconda della stagionalità, o lo stato d’animo di Maura (fucina di idee).

Architect:

Michele Piccolo

Category:
Tags: